+44 7941500662 [email protected]

Chi è l’Utente Ideale di ECS?

Utente Ideale di ECS SoftwareECS non è certamente per tutti.

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza e descrivere il profilo di un utente ”ideale”. Questo è l’utente che può ottenere il massimo dei risultati e soddisfazioni utilizzando il software. Al tempo stesso vogliamo scoraggiare quelle aziende che stanno valutando il software, ma non possiedono le caratteristiche giuste per beneficiare al massimo di questo strumento.

Quali sono quindi le caratteristiche in comune tra le aziende fondatrici del progetto? Abbiamo provato ad elencarle.

Attualmente l’utente tipico di ECS è:

– Piccola-Media impresa che si occupa di manutenzione di pese, bilance (sistemi di pesatura in generale), registratori fiscali o erogatori.

e/o

– Laboratorio Metrologico abilitato ad effettuare verificazioni periodiche di strumenti o impianti commerciali per pesare.

– L’azienda in questione ha un livello medio-basso di automazione dei propri processi aziendali. Utilizza prevalentemente procedure non automatiche per la gestione dei propri clienti, le scadenze, l’archivio, la produzione di documentazione di output come i rapporti di taratura e le comunicazioni di avvenuta verifica (spesso utilizzando modelli fai-da-te in Word/Excel).
Nella maggior parte dei casi, una persona (che può essere un dipendente o il titolare stesso) spende un minimo di 8 ore ogni settimana di lavoro nell’espletamento delle suddette attività. Ore “perse” che si traducono in costi per l’azienda alla fine di ogni mese/anno, soprattutto considerando che le stesse ore potrebbero essere impiegate in altre attività più produttive e di maggior impatto per il proprio business (come marketing, coltivare relazioni con i propri clienti, instaurare rapporti con clienti nuovi, collaborazioni ecc..)

– In alcuni casi, l’azienda impiega già alcuni programmi software che però non sono perfettamente funzionali alle proprie esigenze perché non costruiti su misura per il proprio tipo di attività oppure perché poco flessibili o sviluppati con tecnologie superate. Questi software obsoleti si riconoscono dal fatto che richiedono un download o un’installazione da CD rom, su ogni singolo computer, e la stessa cosa vale per i pacchetti di aggiornamento. Non offrono un’interfaccia web e quindi non sono accessibili in remoto tramite internet da un computer diverso o da un dispositivo portatile come un tablet o uno smartphone. In aggiunta a queste limitazioni, abbastanza pesanti considerando lo stato dell’informatica nel 2015, in casi estremi questi software hanno problemi di compatibilità tra vari sistemi operativi (per esempio funzionano solo su Windows e non funzionano su Linux o Mac, oppure non funzionano sulle versioni più recenti come Windows 8 ecc.).

L’azienda ha un budget limitato per investire in software. Sicuramente non può permettersi di spendere migliaia di euro per impiegare un programmatore o una software house che costruisca un programma su misura per sistematizzare il proprio workflow. Così continua ad “arrangiarsi” con quello che ha a disposizione, continuando a sacrificare tempo e risorse.

– Il titolare si trova spesso a lavorare troppo e troppo a lungo. Ha la sensazione che non ci siano mai abbastanza ore in una giornata per fare tutto. Vorrebbe poter espandere il tempo a disposizione per poter fare le cose con calma e bene in azienda, ed avere più tempo libero oltre al lavoro per stare con la propria famiglia o coltivare altri interessi.
Inoltre il titolare vorrebbe avere più tranquillità, e non essere sempre costretto a “ricordarsi tutto”, vorrebbe avere un sistema semplice per tenere la propria azienda sotto controllo, anche fuori dall’ufficio, e vedere immediatamente le cose importanti come scadenze, i dettagli di interventi effettuati per un cliente in passato, trovare documenti in modo veloce ecc.

– Il titolare inoltre pensa che valga la pena investire qualche decina di euro al mese in un servizio che gli offra questa tranquillità, oltre ai risultati in termini di produttività. Facendo due conti e con un po’ di buonsenso imprenditoriale, non la considera una spesa, ma un investimento nella propria azienda. Un investimento che si ripaga anche oltre 10 volte la somma investita, ogni singolo mese anche soltanto considerando le ore di lavoro risparmiate (senza contare gli altri benefici meno facilmente quantificabili).

– Nessuno in azienda vuole avere a che fare con installazioni complicate, tecnici informatici in ufficio, problemi di compatibilità con il proprio hardware o versione di Windows. Non si vuole reinstallare tutto ogni volta che si cambia un computer, o preoccuparsi di fare i backup ecc. Serve un programma che sia immediatamente usufruibile da qualsiasi computer e che funzioni sempre, con aggiornamenti e nuove funzionalità aggiunte in modo trasparente e automatico, backup automatici ecc.

– In azienda si comprende l’importanza di continuare a migliorare e innovare, e i rischi a lungo termine che comporta il non adeguarsi ai cambiamenti nel proprio settore e nel modo di fare impresa in generale.

Se vi ritrovate in questo profilo, ECS potrebbe essere una soluzione migliorativa per la vostra azienda. Potete richiedere una demo gratuita, parlare con uno sviluppatore o uno degli utenti fondatori per maggiori informazioni. Per una qualsiasi fra queste opzioni, scriveteci a [email protected].

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *